Sancerre Les Amoureuses 2019 Domaine François Crochet

François Crochet

  • €31,00
    Prezzo unitario per 
  • Risparmia €4
Imposte incluse. Spese di spedizione gratuita oltre 180

Ne sono rimasti solo 2 !

Denominazione: Sancerre AOC

Uvaggio: 100% Sauvignon

Gradazione: 14%

Vinificazione: Raccolta manuale ,pressatura soffice; maturazione sui propri lieviti per circa 6 mesi in tino di rovere; piccola filtrazione

Affinamento: 12 mesi in botti grandi

2 chiacchiere: dobbiamo soprattutto capire che il nome di questa cuvée si riferisce al terreno argilloso-calcareo da cui proviene, con questo terreno che sembra così "innamorato" degli stivali, quando piove, che non lascia andare...sembrano incollati.

Questo Sancerre meravigliosamente denso, dal profilo decisamente speziato, proviene da due appezzamenti nella parte finale  di Bué, situati negli appezzamenti di Belle Chaume e Les Petites Plantes. Su questi appezzamenti piuttosto tardivi, che generalmente vengono vendemmiati per ultimi, le viti di età compresa tra 30 e 35 anni possono sfruttare  appieno il bel sole estivo, dando uve altamente concentrate. La qualità del lavoro di coltivazione - certificato biologico dalla vendemmia 2017 - ha fatto il resto, favorendo un'espressione fresca e sfumata della mineralità del terreno. Come tutte le cuvée single-plot del Domaine, questo Sancerre Les Amoureuses viene vinificato e affinato per un anno, in botti grandi, per non segnare troppo il vino e rimanere il più vicino possibile all'espressione aromatica del frutto e la terra.

Magnifico ingresso nel mondo dei Sancerres parcellaires di François Crochet, con questo rappresentante particolarmente equilibrato e distinto dei grandi terroir argillosi-calcarei di Bué: il frutto è maturo e ricoperto, sia al naso che al palato, piuttosto sui frutti gialli. Ritroviamo nelle note speziate, tra pepe e chiodi di garofano. Il vino ha conservato freschezza e finezza, con note di erbe fini (prezzemolo, cerfoglio, coriandolo) e una delicata cornice iodata. Ampio, suadente e vinoso all'attacco, il vino stringe, “verticalizza” e poi tende costantemente, sorretto da fine amarezza e una dimensione salina che porta lontano il finale. Ecco una definizione precisa e gustosa del meglio che il Sauvignon può produrre sul terroir argilloso-calcareo di Bué. Irresistibile. Un Sancerre di spiccata mineralità.


Ti consigliamo anche