Barolo 2019 Margherita Otto (Alan Emil Manley)

Margherita Otto (Alan Emil Manley)

  • €85,00
    Prezzo unitario per 
Imposte incluse. Spese di spedizione gratuite da 200 euro

Ne sono rimasti solo 0 !

Denominazione: Barolo D.O.C.G.

Uvaggio: 100% Nebbiolo

Gradazione: 14%

Vinificazione:  La fermentazione avviene in vasche di acciaio  e la macerazione ha una durata 35 giorni.

Affinamento: Successivamente rimane per 25-26 mesi in botti Mittelberger nuove da 52 e 25 hl. 

2 chiacchiere:  l'annata 2019 è molto raffinata di stile classico, potenza moderata e equilibrio potenzialmente eccellente.

"In questa annata ho potuto affittare l'intero appezzamento di Vignane da cui avevo acquistato la frutta l'anno precedente; un intero ettaro di Nebbiolo iscritto alla produzione di Barolo.

L'annata è iniziata umida e piovosa fino a marzo, e le gemme hanno cominciato a ingrossarsi solo a metà-fine marzo, uno sviluppo positivo e un ritorno a un periodo di tempo più normale. Alla fine di aprile il tempo si è schiarito e maggio è stato mite e caldo, con un'ondata di caldo che è durata quasi due settimane tra la fine di maggio e l'inizio di giugno. Le condizioni meteorologiche si sono raffreddate per il resto di giugno e luglio: le ondate di caldo dell'Europa occidentale e settentrionale non hanno colpito il Barolo; siamo ben protetti dalle alpi. Mentre la Francia stava vivendo ondate di caldo record, il clima qui è rimasto mite e temperato. Una sferzata di caldo di 10 giorni durante il periodo di invaiatura (invaiatura) ha fissato bene il colore ma le temperature sono tornate normali per il lavoro in vigna di fine estate.

Giovedì 5 settembre una “bomba d'acqua” si è abbattuta su una fascia delle Langhe, portando in brevissimo tempo quantità straordinarie di pioggia e dannose grandinate. Le temperature sono crollate e interi vigneti sono andati persi nel sud di Treiso nel Barbaresco, Madonna di Como e San Cassiano nell'Alba, i vigneti intorno al castello di Grinzane Cavour, tutta Fontanafredda nel nord di Serralunga e parti di Verduno e La Morra. Per fortuna nessun vigneto Margherita Otto è stato danneggiato, grazie alla zona grandinata passata a 500 metri dal sito di Pernanno. Da questo punto il tempo è tornato alla normalità e la raccolta è iniziata a Vignane il 13 ottobre, seguita da Pernanno e Sotto-Rionda il 17 ottobre. Monforte, come di consueto, è maturato molto più tardi e ha dovuto attendere le piogge del 18-21 ottobre.

Le fermentazioni si sono svolte agevolmente e i vini sono stati macerati sulle bucce per 35 giorni. Dopo la pigiatura il vino è stato travasato nuovamente in cemento per la malolattica; una volta completato il Malo il vino è stato messo in botti Mittelberger nuove da 52 e 25 hl, oltre che in un'unica vecchia barrique. Dopo il suo primo anno in botte, il vino mostra eleganza, con tannini maturi ben strutturati e un eccellente nucleo di frutta nera e liquirizia." Alan 

 


Ti consigliamo anche